Elogio al peperone

Mi piacciono i colori, ci sono quelli definiti: rossi, gialli o verdi; e quelli indecisi che preferiscono la sfumatura alla scelta netta. Ho scoperto dei verdi con delle sfumature gialle, i rossi che virano al giallo o forse è il contrario? Chi può dirlo. Amo il sapore, è deciso ed è distinguibile anche se accompagnato ad altro. Non sono una sostenitrice del piccante quindi prediligo quelli dolci e me ne sto alla larga dai classici peperoncini, non perché li disprezzi ma per una questione di gestione delle papille gustative, probabilmente un limite che non ho superato ma il piccante è troppo per me. Li mangio crudi in insalata o cotti: preparati al forno, stufati o messi sott’olio. È una verdura versatile che si presta a diverse combinazioni ma quando decido che è il momento di dedicarmi a questo elemento scelgo la peperonata, la regina delle cene estive, quelle in cui si stuzzica un po’ di tutto con la scusa che c’è caldo. Ecco la mia ricetta.

Ingredienti (per 4 persone)

  • Peperoni assortiti, scegliete voi in base ai colori che preferite, circa 600-700gr
  • Cipolla bianca (una metà)
  • Dado vegetale
  • Olio evo

Passo 1. Imbiondire la cipolla

Tagliate la cipolla a rondelle sottili e mettetela in un tegame abbastanza profondo; aggiungete l’olio evo, tre giri d’ampolla, coprite e accendete il fornello al minimo. Abbiate cura di mescolare ogni tanto e di verificare lo stato della vostra cipolla, deve appassire dolcemente e diventare bionda. Una volta ottenuto questo risultato potete spegnere il fornello.

Passo 2. Sua maestà il peperone

Aprite i peperoni a metà per il verso lungo. Eliminate i semi e le parti spugnose bianche, lavateli con acqua corrente e riponeteli su uno strofinaccio per asciugarli. Prendete ogni metà e tagliatela ancora a metà, per il verso lungo, otterrete così delle strisce che potrete tagliare grossolanamente in orizzontale in modo da formare dei piccoli rettangoli.

Passo 3. Nella pentola

Accendete il fuoco sotto al tegame in cui avevate fatto imbiondire la cipolla e aggiungete i peperoni portando la fiamma a fuoco vivo. Se necessario aggiungete un po’ d’acqua, un paio di cucchiai da cucina al massimo, per evitare che i peperoni brucino sul fondo. Prendete il dado e sbriciolatelo nel tegame, coprite e aspettate.
Abbiate cura di mescolare e verificare il livello dell’acqua che formeranno i peperoni, è necessario che il liquido in eccesso evapori lentamente durante la cottura che durerà circa 25-30 minuti.

Passo 4. Servire

Una volta pronta potete riporre la vostra peperonata in un piatto da portata e aspettare un po’ in modo da servirla tiepida o, ancora meglio, a temperatura ambiente.

Annunci