Pasta al forno tricolore

Il Contesto. Cercavo qualcosa di semplice e gustoso, da potere mangiare comodamente sul divano mentre si guarda l’esordio dell’Italia ai mondiali. Ho pensato ai colori della nostra bandiera e ho cercato gli ingredienti figli del nostro Mediterraneo. Il risultato è una pasta al forno molto leggera e senza carne, è facile da preparare e non costringe a passare troppo tempo in cucina. Così anche la cuoca ha potuto apprezzare la magia del primo gol!

Ingredienti

Dosi per 4-5 persone

  • Rigatoni di gragnano di semola di grano duro 500gr (segnalo questo tipo di pasta prodotta da Alce Nero perché per questo piatto la scelta dell’ingrediente è fondamentale)
  • Pomodori cuore di bue ben maturi (almeno 2 di medie dimensioni)
  • Cipolla bianca (1 cipolla di medie dimensioni)
  • Olio extravergine d’oliva
  • Basilico fresco
  • Mozzarella frior di latte
  • Grana padano
  • Sale q.b.

Preparazione

Passo 1. Il condimento

Il soffritto. Tagliate la cipolla bianca, deve essere molto sottile in modo che appassendo nell’olio diventi cremosa. Mettete la cipolla in un tegame abbastanza alto con fondo antiaderente e cospargete con olio extravergine d’oliva, 3 giri d’ampolla circa. Coprite il tegame e fate andare a fuoco lento.

Il pomodoro. Tagliate i pomodori a pezzettini irregolari avendo cura di eliminare le parti interne dure e verdi. Quando la cipolla sarà bionda e appassita aggiungete i pezzi di pomodoro conservando anche la loro acquosità. Aggiungete il sale a vostro piacere.

Il basilico. I pomodori avranno bisogno di mezz’ora circa per diventare cremosi e per ottenere un sugo abbastanza liquido ma non acquoso, se l’acqua è troppa scoperchiate e fate evaporare. Verso la fine della cottura aggiungete qualche foglia di basilico fresco. Fate trascorrere qualche minuto e spegnete il fuoco lasciando amalgamare i sapori.

Passo 2. La pasta

Cottura molto al dente. Portate a ebollizione l’acqua, aggiungete il sale e calate la pasta. E’necessario che sia una pasta ruvida e in grado di tenere molto bene la cottura. Consiglio i rigatoni trafilati al bronzo perché  hanno una ruvidità che permette di assorbire molto bene il sugo di pomodoro. Inoltre lo spessore della pasta consente di mantenere la cottura anche dopo il passaggio nel forno. In questo modo i rigatoni conserveranno la loro forma tonda e verrà favorita così la gratinatura. Scolate la pasta quando mancano ancora 3 o 4 minuti alla fine della cottura e buttatela nel sugo di pomodoro. Amalgamate e lasciate riposare per un po’.

Passo 3. Il formaggio

La mozzarella. Tagliate la mozzarella a tocchetti irregolari e asciugate il siero in eccesso con un foglio di carta assorbente per evitare che la pasta sia troppo acquosa.

Il grana. Grattugiate il formaggio grana in abbondanza e tenetelo da parte per l’atto finale.

Passo 4. Infornare

Come una torta. Prendete una tortiera di alluminio e cospargete il fondo con la carta da forno, questo eviterà che la mozzarella e il grana si attacchino e brucino. Aggiungete un filo d’olio crudo alla pasta che nel frattempo avrà assorbito il sugo di pomodoro e l’aroma di basilico, mescolate e versate il tutto nella tortiera.

Decorare con il bianco. Aggiungete i tocchetti di mozzarella e cospargete con il grana grattugiato. Decorate con qualche foglia di basilico e mettete in forno caldo a circa 200 gradi. E’ importante che il forno sia ventilato e che il calore sia sopra e sotto per evitare che si bruci la crosta di formaggio che si formerà in cima. Lasciate trascorrere una ventina di minuti e la pasta sarà pronta.

Suggerimento. Potete spazzare il procedimento in due momenti. Il passo 1 e il passo 2 possono essere fatti durante la mattina o il pomeriggio, o anche la sera prima se avete la cena in settimana e tornate tardi dal lavoro. I passi 3 e 4 richiedono pochissimo tempo (dieci minuti più il tempo del forno) e possono essere fatti prima di servire. Se avete lasciato la pasta per un giorno nel sugo sarà sufficiente un filo d’olio per mescolare e staccare i rigatoni.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...