Tortelli

Innocenti Evasioni

Innocenti_EvasioniUna via privata molto nascosta che sembra quella di un piccolo paese di provincia; la porta di una casa che si apre dopo avere suonato il campanello; il sorriso dello chef Tommaso Arrigoni che accoglie gli ospiti; la cortesia e la gentilezza del maître di sala che accompagna al tavolo; una cornice da giardino d’inverno nel fondo della scena. Tutto questo è Innocenti Evasioni, ristorante che propone una cucina fatta da ingredienti semplici  ma presentati con cura e passione da Eros Picco che, insieme a Tommaso, si occupa di regalare un’esperienza di gusto agli ospiti. Una menzione speciale allo sposalizio perfetto:  i tortelli ripieni di formaggio di capra abbinati alla purea di zucca. Una serata piacevole da sperimentare in coppia.

Il cappello da prete: la zucca mantovana

Pesto_zuccaIl contesto. I tortelli di zucca sono stati la mia madeleine. Come diceva Marcel Proust esiste una memoria involontaria, o spontanea, che, sollecitata da una casuale sensazione, ci rituffa nel passato permettendoci di sentire con contemporaneità quel passato. Nei suoi scritti Proust sostiene che catturando il valore assoluto di un ricordo abbandonato, quindi non sollecitato volontariamente, possiamo vincere sul tempo, diventando capaci di recuperare quel tempo, azzerandolo, e andando così oltre la materia e la mortalità. La madeleine fu per lui lo strumento per ritrovare quel ricordo abbandonato cogliendo così l’occasione per elaborarlo, sentirlo, conoscerlo e, contemporaneamente, per conoscere una parte di sé, della propria essenza, fuori dal tempo.

Ho ritrovato un ricordo abbandonato l’anno scorso, proprio in questo periodo, grazie ai tortelli di zucca che preparai con la ricetta della mia cara nonna. Ci ho riprovato anche ieri e confesso che, con l’esperienza, la ricetta è diventata ancora più buona. Non sono riuscita a trovare altri ricordi abbandonati, quelli che mi tornano alla mente sono tutti volontari e lasciano spazio a un po’ di nostalgia e a tanta tenerezza. Mi piace però l’idea di potere evocare quei ricordi preparando un paio di ricette dedicate alla zucca (rigorosamente mantovana): il risotto alla zucca e i tortelli di zucca.