Basilico

Sperimentazioni: Provenza e tartufo

Ci sono momenti in cui la creatività fa la differenza. Accade per esempio quando in frigorifero ci sono poche cose e a guardarle sembra che siano slegate fra loro ma poi, con un guizzo di fantasia, si riesce a preparare un piatto armonico, da grande intenditore.
L’inizio è stato dato dallo sgombro, una serie di filetti al naturale adagiati nella loro confezione. Perché non fargli provare l’aria della Provenza? È bastato adagiarli per un po’ in un sugo di olio, due gocce di aceto ed erbe provenzali. Per dare un letto confortevole allo sgombro ci voleva qualcosa di gustoso come il pesto di basilico che, per essere ancora più deciso, è stato abbinato a una polpa di tartufo. Ne serve poca, giusto quel mezzo cucchiaio utile per dare profumo.
Accanto era necessario prevedere qualcosa di morbido e avvolgente che nella bocca ricordasse ancora un po’ la Francia. È stato scelto il caprino, lavorato con un filo d’olio d’oliva per avere una consistenza ancora più cremosa ed essere acconciato a quenelle.
Una gustosa meraviglia!

Sperimentazioni: la delicatezza di una rosa di color rosa

Rosa_rosaCercavo un antipasto di pesce che non fosse troppo impegnativo. Volevo qualcosa che potesse sembrare una sorta di benvenuto per gli ospiti, facile da mangiare anche in piedi nell’attesa che le pietanze fossero pronte. Ho pensato al gambero e visto che ho qualche bicchierino trasparente, di quelli da grappa, piccoli ma della misura adatta per contenere il mio gambero, ho pensato a questo finger food di benvenuto. L’ispirazione è venuta dalla rosa così ho deciso di predisporre qualcosa di verde per fare compagnia al gambero.

  • Prendete dei gamberi di medie dimensioni, lavateli e sgusciateli avendo cura di lasciare solo la coda che servirà per portare il gambero alla bocca con le mani.
  • Scottate i gamberi (anche al vapore) per qualche minuto. Scolatesi e lasciateli raffreddare, il tutto va servito a temperatura ambiente.
  • Preparate un pesto di basilico mettendo: basilico fresco, olio extravergine di oliva e pistacchi. Se necessario aggiungete un po’ di sale. Gli ingredienti vanno messi nel tritatutto e ridotti a crema.
  • Mettete il pesto nel bicchiere trasparente, circa un dito partendo dal fondo, e affogate il gambero nella salsa avendo cura di lasciare la coda verso l’alto.
  • I commensali potranno gustare il benvenuto anche in piedi accompagnandolo con un bicchiere di prosecco.